Wenn Sie sich noch nicht auf der Valsir Homepage registriert haben, füllen Sie unser Zugangsformblatt aus und Sie erhalten freien Zugang zu unserem Downloadbereich. Hier können Sie alle Preislisten und technische Dokumentation herunterladen. Der Valsir Newsletter ist die einfachste Möglichkeit mit uns in Verbindung zu stehen und jeder Zeit Neuheiten aus der Valsir-Welt zu erfahren.

Passwort vergessen?

Valsir S.p.a
Ablaufsysteme, Fussbodenheizung-
und Kühlungssusteme, Spülkästenstensysteme

 

Life Cycle Assessment

Valsir ha realizzato gli studi lca sulle proprie tubazioni in pp, hdpe, triplus e silere.

Il processo LCA è una metodologia di valutazione “dell’impronta ambientale” del prodotto, “dalla culla alla tomba”.

Si effettua quantificando l’impatto derivante sia dall’utilizzo delle risorse (energia, materie prime, acqua) sia dalle emissioni nell’ambiente (nell’aria, nell’acqua e nel suolo), nei confronti della salute umana, della qualità dell’ecosistema e dell’impoverimento delle risorse.

Life Cycle Assessment Valsir

Vengono analizzati e valutati tutti i processi che concorrono all’ottenimento del prodotto, come se venissero esaminati con una lente di ingrandimento, dalla produzione e trasporto delle materie prime, al processo di realizzazione vero e proprio, dalla distribuzione sul mercato e al suo utilizzo fino allo smaltimento o avvio ad impianti di recupero.

È stato scelto di sottoporre per primo ad analisi LCA i sistemi di tubi e raccordi in polietilene e polipropilene perché rappresentano una parte storica e fondamentale della produzione Valsir.
Essi rappresentano inoltre la base tecnologica sulla quale sono stati sviluppati altri prodotti fondamentali all’interno della gamma Valsir, come i sistemi di scarico PP3, Silere® e Triplus®.

Questi primi studi ci consentono di porre le basi per calcolare le LCA sulle restanti linee di scarico.


LCA del PP

Obiettivo e campo d’applicazione


L’obiettivo di questo studio è la quantificazione degli impatti ambientali del tubo in polipropilene lungo il suo ciclo di vita. L’unità funzionale è 1 metro di tubo del diametro di 110 mm. Si è considerata una durata di 50 anni.

Sono state studiate tutte le fasi del ciclo di vita del prodotto a eccezione della fase d’uso: l’estrazione della materia prima e il suo trasporto, la lavorazione, l’imballaggio, la distribuzione a livello mondiale e la fase di fine vita.

Life Cycle Assessment Valsir PP

Inventario


Per i processi che avvengono all’interno dello stabilimento Valsir di Vobarno (BS) sono stati raccolti dati primari, mentre per gli altri processi sono stati utilizzati dati secondari provenienti dal database ecoinvent. I dati fanno riferimento ai primi otto mesi del 2014. Per facilitare i calcoli della LCA è stato utilizzato il software LCA SimaPro 8.

Valutazione dell’impatto ambientale

Per la valutazione dell’impatto ambientale sono stati utilizzati due metodi d’analisi: EPD e Recipe. I risultati sono disponibili nella tabella (EPD) e nel grafico (Recipe) sottostanti.

Il metodo EPD è composto da sei indicatori ambientali dedotti dal metodo CML 2013: riscaldamento globale, assottigliamento dello strato di ozono, ossidazione fotochimica, acidificazione, eutrofizzazione e utilizzo di risorse abiotiche.
La categoria d’impatto relativa al surriscaldamento globale è stata aggiornata secondo IPCC 2013.

Tab. 1: Risultati della caratterizzazione, metodo EPD.

  Riscaldamento
globale
Assottigliamento
ozono
Acidificazione Eutrofizzazione Ossidazione
fotochimica
Esaurimento
abiotico
Unità kg CO2 eq mg CFC-11 eq g SO2 eq g P43- eq g C2H4 eq mg Sb eq
Totale 2,87 0,07 9,86 6,29 0,61 3,77
Materie prime 2,07 0,02 7,24 3,69 0,44 2,84
Produzione 0,33 0,04 1,31 0,30 0,10 0,27
Distribuzione 0,18 0,01 0,84 0,17 0,02 0,45
Fine vita 0,22 0,00 0,08 1,99 0,01 0,01
LCA imballo 0,07 0,00 0,39 0,15 0,04 0,20
Metodo Recipe Valsir PP

Il metodo Recipe è uno strumento per calcolare la totalità degli impatti, considerando 17 differenti categorie, che possono essere raggruppate in tre macro-categorie: Salute umana (Human Health), Ecosistema (Ecosystem) e Risorse (Resources).

Il metodo prevede anche la possibilità di riassumere tutte le categorie in un unico valore, misurato in eco-points; il calcolo è stato effettuato secondo la metodologia Recipe End Point (H) V1.05/Europe Recipe H/A.

Interpretazione

I calcoli eseguiti con il metodo EPD e con il metodo Recipe hanno indicato che la fase relativa alle materie prime è responsabile della maggior parte degli apporti.

Sono disponibili ulteriori informazioni sulla LCA del PP richiedendoli all’indirizzo Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein! .


LCA del HDPE

Obiettivo e campo d’applicazione


L’obiettivo di questo studio è la quantificazione degli impatti ambientali del tubo in polietilene lungo il suo ciclo di vita. L’unità funzionale scelta a rappresentare l’intera gamma HDPE, è 1 metro di tubo del diametro di 110 mm della linea di tubi in HDPE.
Si è considerata una durata di 50 anni.

Sono state studiate tutte le fasi del ciclo di vita del prodotto a eccezione della fase d’uso: l’estrazione della materia prima e il suo trasporto, la lavorazione, l’imballaggio, la distribuzione a livello mondiale e la fase di fine vita.

Life Cycle Assessment Valsir HDPE

Inventario


Per i processi che avvengono all’interno dello stabilimento Valsir di Vobarno (BS) sono stati raccolti dati primari, mentre per gli altri processi sono stati utilizzati dati secondari provenienti dal database ecoinvent. I dati fanno riferimento ai primi otto mesi del 2014. Per facilitare i calcoli della LCA è stato utilizzato il software LCA SimaPro 8.

Valutazione dell’impatto ambientale

Per la valutazione dell’impatto ambientale sono stati utilizzati due metodi d’analisi: EPD e Recipe. I risultati sono disponibili nella tabella (EPD) e nel grafico (Recipe) sottostanti.

Il metodo EPD è composto da sei indicatori ambientali dedotti dal metodo CML 2013: riscaldamento globale, assottigliamento dello strato di ozono, ossidazione fotochimica, acidificazione, eutrofizzazione ed utilizzo di risorse abiotioche.
La categoria d’impatto relativa al surriscaldamento globale è stata aggiornata secondo IPCC 2013.

Tab. 1: Risultati della caratterizzazione, metodo EPD.

  Riscaldamento
globale
Assottigliamento
ozono
Acidificazione Eutrofizzazione Ossidazione
fotochimica
Esaurimento
abiotico
Unità kg CO2 eq kg CFC-11 eq Kg SO2 eq Kg P43- eq g C2H4 eq kg Sb eq
Totale 4,1 0,12 14,13 5,24 1,13 1,67
Materie prime 3,02 0,04 10,03 0,96 0,9 0,88
Produzione 0,48 0,06 1,51 0,31 0,13 0,28
Distribuzione 0,23 0,02 2,28 0,30 0,07 0,42
Fine vita 0,34 0,00 0,13 3,61 0,02 0,01
LCA imballo 0,03 0,00 0,18 0,06 0,02 0,08
Metodo Recipe Valsir HDPE

Il metodo Recipe è uno strumento per calcolare la totalità degli impatti, considerando 17 differenti categorie, che possono essere raggruppate in tre macro-categorie: Salute umana (Human Health), Ecosistema (Ecosystem) e Risorse (Resources).

Il metodo prevede anche la possibilità di riassumere tutte le categorie in un unico valore, misurato in eco-points; il calcolo è stato effettuato secondo la metodologia Recipe End Point (H) V1.05/Europe Recipe H/A.

Interpretazione

I calcoli eseguiti con il metodo EPD e con il metodo Recipe hanno indicato che la fase relativa alle materie prime è responsabile della maggior parte degli apporti.

Sono disponibili ulteriori informazioni sulla LCA del HDPE richiedendoli all’indirizzo Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein!


LCA del Triplus

Obiettivo e campo d’applicazione


L'obiettivo di questo studio è la quantificazione degli impatti ambientali del tubo Triplus® lungo il suo ciclo di vita, dalla culla alla tomba.
L’unità funzionale presa in esame in questo studio è 1 metro di tubo del diametro di 110 mm e della durata di 50 anni.

Sono state studiate tutte le fasi del ciclo di vita del prodotto a eccezione della fase d’uso: l’estrazione della materia prima e il suo trasporto, la lavorazione, l’imballaggio, la distribuzione a livello mondiale e la fase di fine vita.

Life Cycle Assessment Valsir Triplus

La fase d’uso non è stata inclusa nei confini del sistema perché fortemente caratterizzata dalle condizioni in cui il prodotto viene installato.

Nello specifico, i processi a monte della produzione (upstream) Valsir comprendono le materie prime del prodotto, il loro trasporto, le materie prime dell’imballo, la produzione dei materiali d’imballo ed il trasporto di questi ultimi allo stabilimento di Vobarno.

I processi a valle del processo produttivo (downstream) includono la distribuzione del prodotto in tutto il mondo e il fine vita del prodotto e dell’imballo.

Sono stati utilizzati dati primari per i processi dello stabilimento Valsir, mentre si è fatto ricorso a dati secondari per i processi a monte e a valle del processo produttivo.

Valutazione dell’impatto

Per la valutazione delle prestazioni ambientali sono stati utilizzati due metodi d’analisi del potenziale impatto ambientale; il metodo EPD ed il metodo Recipe.

Il metodo EPD è composto da sei indicatori ambientali dedotti dal metodo CML 2013: riscaldamento globale, assottigliamento dello strato di ozono, ossidazione fotochimica, acidificazione, eutrofizzazione ed utilizzo di risorse abiotioche. La categoria d’impatto relativa al surriscaldamento globale è stata aggiornata secondo IPCC 2013.

Nella tabella sottostante sono indicati i risultati del calcolo eseguito con il metodo EPD.

La fase relativa alle materie prime è responsabile della maggior parte degli apporti per acidificazione, eutrofizzazione, surriscaldamento globale e ossidazione fotochimica. La fase di produzione è invece responsabile del maggior apporto per gli impatti relativi all’assottigliamento dello strato di ozono e dell’esaurimento abiotico.

Tab. 1: Risultati della caratterizzazione, metodo EPD.

  Riscaldamento
globale
Assottigliamento
ozono
Acidificazione Eutrofizzazione Ossidazione
fotochimica
Esaurimento
abiotico
Unità kg CO2 eq kg CFC-11 eq Kg SO2 eq Kg P43- eq g C2H4 eq kg Sb eq
Totale 4,65 0,000000267 0,0178 0,0163 0,00103 0,00000641
Materie prime 2,68 0,0000000422 0,0105000000 0,0096100000 0,0006050000 0,0000014300
Produzione 1,11 0,0000001510 0,0044400000 0,0009230000 0,0002870000 0,0000038500
Distribuzione 0,315 0,0000000558 0,0021400000 0,0009230000 0,0000754000 0,0000008910
Fine vita 0,39 0,0000000028 0,0001570000 0,0003840000 0,0000180000 0,0000000191
LCA imballo 0,16 0,0000000155 0,0005900000 0,0016200000 0,0000480000 0,0000002190
Metodo Recipe Valsir Triplus

Il metodo Recipe è uno strumento per calcolare la totalità degli impatti, considerando 17 differenti categorie, che possono essere raggruppate in tre macro-categorie: Salute umana (Human Health), Ecosistema (Ecosystem) e Risorse (Resources).

Il metodo prevede anche la possibilità di riassumere tutte le categorie in un unico valore, misurato in eco-points; il calcolo è stato effettuato secondo la metodologia Recipe End Point (H) V1.05/ Europe Recipe H/A.

Interpretazione

I calcoli eseguiti con il metodo EPD e con il metodo Recipe hanno indicato che la fase relativa alle materie prime del tubo in Triplus® seguita da quella relativa alla produzione, sono responsabili della maggior parte dei contributi all’impatto ambientale del ciclo di vita analizzato.

Per un maggiore approfondimento è stato deciso di condurre l’analisi di contributo, che permette di evidenziare l’impatto ambientale dei singoli processi del ciclo di vita.

Sono disponibili ulteriori informazioni sulla LCA di Triplus richiedendoli a: Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein!


LCA Silere

Obiettivo e campo d’applicazione


L'obiettivo di questo studio di LCA è la quantificazione degli impatti ambientali del tubo Silere® lungo il suo ciclo di vita, dalla culla alla tomba.

L’unità funzionale presa in esame in questo studio è 1 metro di tubo del diametro di 110 mm e della durata di 50 anni.

Life Cycle Assessment Valsir Silere

Sono state studiate tutte le fasi del ciclo di vita del prodotto, ad eccezione della fase d’uso: l’estrazione delle materie prime, il loro trasporto, la lavorazione, l’imballaggio, la distribuzione e la fase di fine vita.

La fase d’uso non è stata inclusa nei confini del sistema perché fortemente caratterizzata dalle condizioni in cui il prodotto viene installato.

Nello specifico, i processi a monte della produzione (upstream) Valsir comprendono le materie prime del prodotto, il loro trasporto, le materie prime dell’imballo, la produzione dei materiali d’imballo ed il trasporto di quest’ultimi allo stabilimento di Vobarno.

I processi a valle del processo produttivo (downstream) includono la distribuzione del prodotto in tutto il mondo e il fine vita del prodotto e dell’imballo.

Sono stati utilizzati dati primari per i processi dello stabilimento Valsir, mentre si è fatto ricorso a dati secondari per i processi a monte e a valle del processo produttivo.

Valutazione dell’impatto ambientale

Per la valutazione delle prestazioni ambientali sono stati utilizzati due metodi d’analisi del potenziale impatto ambientale; il metodo EPD ed il metodo Recipe.

Il metodo EPD è composto da sei indicatori ambientali dedotti dal metodo CML 2013: riscaldamento globale, assottigliamento dello strato di ozono, ossidazione fotochimica, acidificazione, eutrofizzazione ed utilizzo di risorse abiotioche. La categoria d’impatto relativa al surriscaldamento globale è stata aggiornata secondo IPCC 2013.

Nella tabella sottostante sono indicati i risultati del calcolo eseguito con il metodo EPD.

La fase relativa alle materie prime è responsabile della maggior parte degli apporti per acidificazione, surriscaldamento globale e ossidazione fotochimica. La fase di fine vita del tubo è responsabile del maggior apporto per quanto riguarda l’aspetto dell’eutrofizzazione. La fase di produzione è invece responsabile del maggior apporto per gli impatti relativi all’assottigliamento dello strato di ozono e dell’esaurimento abiotico.

Tab. 1: Risultati della caratterizzazione, metodo EPD.

  Riscaldamento
globale
Assottigliamento
ozono
Acidificazione Eutrofizzazione Ossidazione
fotochimica
Esaurimento
abiotico
Unità kg CO2 eq kg CFC-11 eq Kg SO2 eq Kg P43- eq g C2H4 eq kg Sb eq
Totale 6,8 0,000000439 0,0229 0,0154 0,00134 0,000007
Materie prime 3,5 0,000000078 0,0118 0,00219 0,000744 0,00000149
Produzione 2,32 0,000000312 0,00934 0,00184 0,000465 0,00000453
Distribuzione 0,185 0,000000034 0,000883 0,000165 0,0000325 0,000000599
Fine vita 0,708 0,0000000051 0,000304 0,00728 0,0000336 0,000000035
LCA imballo 0,0924 0,0000000095 0,000584 0,00389 0,0000661 0,000000349
Metodo Recipe Valsir Silere

Il metodo Recipe è uno strumento per calcolare la totalità degli impatti, considerando 17 differenti categorie, che possono essere raggruppate in tre macro-categorie: Salute umana (Human Health), Ecosistema (Ecosystem) e Risorse (Resources).

Il metodo prevede anche la possibilità di riassumere tutte le categorie in un unico valore, misurato in eco-points; il calcolo è stato effettuato secondo la metodologia Recipe End Point (H) V1.05/ Europe Recipe H/A.

Interpretazione

I calcoli eseguiti con il metodo EPD e con il metodo Recipe hanno indicato che la fase relativa alle materie prime del tubo in Silere®, è la responsabile della maggior parte dei contributi all’impatto ambientale del ciclo di vita analizzato.

Sono disponibili ulteriori informazioni sulla LCA del Silere® richiedendoli all’indirizzo Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein!