Se non sei ancora registrato al sito Valsir compila il form con i tuoi dati ed ottieni l'accesso gratuito all'area download. Da qui potrai scaricare i nostri listini e la documentazione tecnica, avrai inoltre la possibilità di ricevere la newsletter periodica: il modo migliore per restare aggiornato sulle ultime novità del mondo Valsir.

Hai dimenticato la password?

Valsir S.p.a
Sistemi di scarico
e conduzione,
riscaldamento e
raffrescamento a pavimento e cassette di risciacquo

Il finale della tappa di Sepang del Campionato Mondiale Superbike 2014

Le due gare della sesta tappa del Campionato Mondiale Superbike sul circuito di Sepang in Malesia hanno portato dei buoni risultati in casa Ducati, con il quarto posto di Davies nella prima gara. I piloti hanno dovuto affrontare le temperature torride di Sepang (temperatura dell’aria 32°C, asfalto 52°C) e livelli di umidità molto alti.

 

Gara 1 – Partendo dall’ottava posizione in griglia, Davies è stato in grado di guadagnare subito delle posizioni e transitare quarto nella prima fase di gara, posizione che è riuscito a mantenere fino alla fine concludendo la gara al quarto posto a due secondi e mezzo  dal terzo classificato Eugene Laverty del Team Suzuki. La prima gara ha visto come vincitore per la prima volta nel campionato il pilota Aprilia, Marco Melandri, seguito da Guintoli (Aprilia Racing Team). Gara difficile per Giugliano che ha corso nonostante le sue condizioni di salute non fossero al massimo. Dopo la seconda curva, la scivolata di Loris Baz (Kawasaki) ha causato la caduta di tre concorrenti proprio davanti a Giugliano che ha dovuto quasi fermarsi per evitare di cadere a sua volta, riuscendo poi a riprendere la corsa in 14esima posizione per poi recuperare e concludere la gara in ottava posizione.

Gara 2 – Doppietta per Marco Melandri (Aprilia Racing Team) nella seconda gara di giornata del Campionato Mondiale Superbike a Sepang. Melandri ha vinto anche la seconda gara seguito da Guintoli (Aprilia) e dal campione in carica Sykes(Kawasaki). La gara è stata accorciata a soli 10 giri a causa della traccia d’olio lasciata sulla pista dalla F4 RR dell’italiano Claudio Corti, che ha inoltre preso fuoco senza conseguenze per il pilota. I piloti Ducati Superbike Team hanno dovuto rallentare il passo a causa delle alte temperature per evitare di perdere grip, concludendo la gara in ottava (Davies) e decima (Giugliano) posizione finale.

Dopo i primi 6 dei 14 round previsti, Davies si trova sesto nella classifica generale, con 130 punti, seguito da Giugliano, settimo, con 96 punti. Ducati è quarta nella classifica costruttori (158 punti).

Chaz Davies (Ducati Superbike Team #7) – 4°, 8°

“Le gare di oggi sono state difficili proprio come me le aspettavo. Il problema principale è stato una mancanza di grip sui lati esterni della gomma, un problema che coinvolge anche altri aspetti, come per esempio l’elettronica, che non funziona perfettamente quando il livello di grip è così basso. Il feeling è stato simile in entrambe le manche, forse un pochino meglio nella seconda, dopo che abbiamo apportato qualche modifica, ma dobbiamo continuare a lavorare per risolvere questo problema e per poter migliorare in accelerazione, in uscita dalle curve. Sono abbastanza soddisfatto del risultato di gara 1. Comunque, penso di aver fatto tutto quello che potevo oggi, e adesso ci concentriamo per le prossime gare.”

Davide Giugliano (Ducati Superbike Team #34) – 8°, 10°

“Mi dispiace un po’ per gara 1. Non è la prima volta che Baz fa una cosa del genere e questa volta alcuni dei piloti sono caduti ed io ho perso tante posizioni, evitando di cadere a mia volta. Ho cercato di accelerare il più possibile e sono riuscito a sorpassare parecchi piloti, ma ad un certo punto non avevo più grip. La seconda gara è andata piuttosto male. Siamo ripartiti bene ma dopo soli tre giri ho sofferto ancora per un calo di grip che non mi ha permesso di guidare come avrei voluto. Una giornata difficile ma posso dire che in queste condizioni, e considerando che per l’influenza ero molto debilitato fisicamente, finire le gare è già un buon risultato – ottavo e decimo non sono posizioni che mi soddisfano, ma questa volta mi accontento.”

Gara 1 – Campionato Superbike 2014, Sesta Tappa, Circuito Sepang, Malesia
1 M. MELANDRI ITA Aprilia Racing Team Aprilia RSV4 Factory  
2 S. GUINTOLI FRA Aprilia Racing Team Aprilia RSV4 Factory +0.620
3 E. LAVERTY IRL Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 +12.865
4 C. DAVIES GBR Ducati Superbike Team Ducati 1199 Panigale R +15.437
5 T. ELIAS ESP Red Devils Roma - Aprilia RSV4 Factory +15.723
6 J. REA GBR PATA Honda World Superbike Honda CBR1000RR +31.304
7 L. HASLAM GBR PATA Honda World Superbike Honda CBR1000RR +34.093
8 D. GIUGLIANO ITA Ducati Superbike Team Ducati 1199 Panigale R +35.804
9 D. SALOM ESP Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10R EVO +42.031
10 L. CAMIER GBR BMW Motorrad Italia SBK BMW S1000 RR EVO +49.465
Gara 2 – Campionato Superbike 2014, Sesta Tappa, Circuito Sepang, Malesia
1 M. MELANDRI ITA Aprilia Racing Team Aprilia RSV4 Factory  
2 S. GUINTOLI FRA Aprilia Racing Team Aprilia RSV4 Factory +0.166
3 T. SYKES GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10R +2.689
4 T. ELIAS ESP Red Devils Roma - Aprilia RSV4 Factory +5.386
5 L. BAZ FRA Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10R +5.514
6 J. REA GBR PATA Honda World Superbike Honda CBR1000RR +7.073
7 E. LAVERTY IRL Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 +7.476
8 C. DAVIES GBR Ducati Superbike Team Ducati 1199 Panigale R +11.057
9 A. LOWES GBR Voltcom Crescent Suzuki Suzuki GSX-R1000 +15.866
10 D. GIUGLIANO ITA Ducati Superbike Team Ducati 1199 Panigale R +16.206
Lunedì, 09 Giugno 2014

Social: