Se non sei ancora registrato al sito Valsir compila il form con i tuoi dati ed ottieni l'accesso gratuito all'area download. Da qui potrai scaricare i nostri listini e la documentazione tecnica, avrai inoltre la possibilità di ricevere la newsletter periodica: il modo migliore per restare aggiornato sulle ultime novità del mondo Valsir.

Hai dimenticato la password?

Valsir S.p.a
Sistemi di scarico
e conduzione,
riscaldamento e
raffrescamento a pavimento e cassette di risciacquo

Ad un soffio dal podio

Si è conclusa ieri la seconda tappa del Campionato Mondiale Superbike 2014, con una doppia vittoria per Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) che ha dominato il circuito spagnolo, migliorando il record dell’anno scorso. Doppietta anche per il compagno di squadra, Loris Baz che si aggiudica il secondo posto in entrambe le gare. Sul terzo gradino del podio si posiziona Marco Melandri (Aprilia Racing Team).

 

Durante il terzo round di prove libere di sabato i piloti del Ducati Superbike Team, #7 Chaz Davies e #34 Davide Giugliano si sono posizionati rispettivamente terzo e quinto, confermando le posizioni e i tempi ottenuti  nel giorno di prove precedente. La quarta prova libera ha visto Davies in netta ascesa fino al secondo posto e Giugliano al decimo.

Nella prima gara di domenica, Davide Giugliano (Ducati Superbike Team) rimane in scia al campione Tom Sykes e al suo compagno Loris Baz. A metà gara Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) si inserisce nella lotta per il podio, e vista la scivolata di Giugliano nel corso dell'ultimo giro vince la battaglia per il terzo posto. Dopo la caduta, Giugliano riesce a ripartire concludendo la gara al ottavo posto. Davies termina la corsa al quarto posto.

La  seconda gara è stata invece dominata dai due piloti Kawasaki, e da Marco Melandri in sella alla sua Aprilia. Dopo il quarto giro di corsa, poco dopo aver fatto segnare il round più veloce della gara, Chaz Davies (Ducati Superbike Team) è uscito di scena a causa di una scivolata. Davide Giugliano conclude la gara al settimo posto.

I commenti dei due piloti dopo le gare:

Chaz Davies (Ducati Superbike Team #7) – 4°, DNF

“La prima manche non è andata come speravo, nonostante la posizione finale. Sono partito male e poi sono rimasto dietro alle due Aprilia per tanti giri. Sono riuscito finalmente a passarle ma poi nell’ultima fase c’è stato un calo nelle prestazioni della gomma, quindi non potevo fare di più. Abbiamo fatto qualche modifica prima della seconda manche, ma la moto mi sembrava un po’ nervosa fin dall’inizio. Stavo provando a conservare le gomme per la fase finale ma purtroppo ho perso trazione all’anteriore e sono scivolato. Per qualche motivo i marshall non mi hanno permesso di tornare in pista, anche se la moto era accesa.
E’ stata una giornata di gare alquanto deludente perché penso che sia io che Davide eravamo in grado di salire sul podio. Abbiamo comunque raccolto tanti dati importanti e adesso andiamo verso circuiti che forse ci sono più favorevoli.”

Davide Giugliano (Ducati Superbike Team #34) – 8°, 7°

“E’ stato un weekend abbastanza impegnativo per noi. Stamattina avevamo delle buone possibilità di fare bene, non potevamo battere le Kawasaki che qui sono state molto veloci ma il podio era alla nostra portata.
Purtroppo quel contatto con Rea mi ha escluso dal podio. Nella seconda manche ho faticato tanto; le condizioni erano più calde e la gomma posteriore diversa non ci ha facilitato. Ma questa era per noi la pista più ostica e quindi non possiamo essere altro che soddisfatti – se la nostra moto è cresciuta così tanto da poter finire così vicino ai primi in gara uno, dobbiamo essere fiduciosi per i prossimi round. Il mio team ha lavorato davvero bene e la moto è sempre stata facile da guidare.
Ringrazio tutto il team e tutti i ragazzi della Ducati per il lavoro che hanno fatto.”

Lunedì, 14 Aprile 2014

Social: