Se non sei ancora registrato al sito Valsir compila il form con i tuoi dati ed ottieni l'accesso gratuito all'area download. Da qui potrai scaricare i nostri listini e la documentazione tecnica, avrai inoltre la possibilità di ricevere la newsletter periodica: il modo migliore per restare aggiornato sulle ultime novità del mondo Valsir.

Hai dimenticato la password?

Valsir S.p.a
Sistemi di scarico
e conduzione,
riscaldamento e
raffrescamento a pavimento e cassette di risciacquo

Archivio meetings svolti nel 2018:

05/07/2018

Ore: 14.00

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecco

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecco_Via Achille Grandi, 9_23900 Lecco LC

Depurazione primaria e secondaria

La comunità Europea ha emanato una legge che regola il trattamento degli scarichi di insediamenti residenziali e produttivi per scongiurare l’inquinamento del terreno e relative falde acquifere. A seguito di tale Direttiva è stato emanato il D.Lgs.152/99 che è stato poi unito al Testo Unico Ambientale entrato in vigore il 29 aprile 2006 con il nome di decreto legislativo 3 aprile 2006 n.152 “Norme in materia ambientale”.

Anche Italia ha recepito la legge applicandola in maniera diversa sul suo territorio secondo gli organi locali. Importante conoscere i parametri necessari ad una giusta progettazione.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

04/07/2018

Ore: 9.00

ESSEPI Training Center Torini

Viao Foligno, 88 10149 Torino

PROGETTARE SMART

RIPENSARE L'ARCHITETTURE, GLI STRUMENTI E LA MODALITA' IN FUNZIONE DEI NUOVI SPAZI PUBBLICI E PRIVATI.

ALL'INCONTRO INTERVERRANNO 

Sig. IBSEN TAESI PER VALSIR

L'ING. ROBERTO MANCINI DI FOR ENGINEERING

DOTT. STEFANO CROTTI PER IDEAL STANDARD

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

03/07/2018

Ore: 9.00

Genova

Grand Hotel Melia' Via Corsica, 4 16128 Genova

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

02/07/2018

Ore: 9.00

NH Hotel La Spezia

Via XX Settembre, 2 19124 La Spezia

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

29/06/2018

Ore: 14.00

Sede Confartigianato Imprese Sondrio

Largo dell'Artigianato 1, 23100 Sondrio (SO)

Progettazione evoluta degli impianti di scarico negli edifici

La normativa che stabilisce i requisiti acustici degli edifici e dei relativi impianti è oramai entrata prepotentemente nel nostro quotidiano.  Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico.  I metodi di progettazione, calcolo e verifica vengono analizzati con riferimento alle attuali tecnologie e prodotti già disponibili sul mercato oltre a quelli oggetto di ricerca e sperimentazione. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Il seminario è stato organizzato in collaborazione con il Collegio dei Periti di Sondrio.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Scarica il programma Sito web

27/06/2018

Ore: 14.00

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Frosinon

Via Tommaso Landolfi, 167 _ 03100 Frosinone (FR)

Depurazione primaria e secondaria

La comunità Europea ha emanato una legge che regola il trattamento degli scarichi di insediamenti residenziali e produttivi per scongiurare l’inquinamento del terreno e relative falde acquifere. A seguito di tale Direttiva è stato emanato il D.Lgs.152/99 che è stato poi unito al Testo Unico Ambientale entrato in vigore il 29 aprile 2006 con il nome di decreto legislativo 3 aprile 2006 n.152 “Norme in materia ambientale”. Anche Italia ha recepito la legge applicandola in maniera diversa sul suo territorio secondo gli organi locali.

E’ quindi importante conoscere i parametri necessari ad una giusta progettazione.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

26/06/2018

Ore: 9.00

Sassari

Hotel Grazia Deledda Viale Dante, 47 07100 SASSARI

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

25/06/2018

Ore: 9.00

Cagliari

Hotel Regina Margherita Regina Margherita, 44 09124

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

20/06/2018

Ore: 9.00

Novara Hotel Europa

via F. Cavallotti 38/A Novara

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

19/06/2018

Ore: 9.00

TORINO TOOLBOX COWORKING

VIA AGOSTINO DA MONTEFELTRO 2 TORINO

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

18/06/2018

Ore: 9.00

CUNEO CENTRO INCONTRI PROVINCIA DI CUNEO

CORSO DANTE ALIGHIERI 41 12100 CUNEO

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

14/06/2018

Ore: 9.00

Firenze Hotel Ambasciatori Firenze

Via Luigi Alamanni, 3 ? Firenze

PROGETTARE SMART

RIPENSARE L'ARCHITETTURE, GLI STRUMENTI E LA MODALITA' IN FUNZIONE DEI NUOVI SPAZI PUBBLICI E PRIVATI.

ALL'INCONTRO INTERVERRANNO 

L'ING. ENRICO ORIZIO PER VALSIR

L'ING. ROBERTO MANCINI DI FOR ENGINEERING

DOTT. STEFANO CROTTI PER IDEAL STANDARD

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

13/06/2018

Ore: 14.30

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Firenze

AC Hotel Firenze_Via Luciano Bausi, 5_50144 Firenze (FI)

Raccolta e riutilizzo delle acque piovane e trattamento acque meteoriche

L'acqua è il simbolo della vita e della purezza.

L’abbondanza di sorgenti, corsi d’acqua, acquiferi e infrastrutture di distribuzione rende estremamente difficile la percezione di un bene in pericolo, il cui venir meno potrebbe non essere percepito.

Fra pochi anni questo problema potrebbe manifestarsi e il recupero, trattamento e riutilizzo dell’acqua piovana e delle acque reflue può essere un’ottima soluzione da applicare, sia per quanto riguarda la riduzione dei consumi di acqua potabile che per la riduzione dei volumi scaricati in fognatura, ultimamente causa di ingenti danni a cose e persone durante gli eventi meteorici di forte intensità. 

In Italia non sono ancora state emanate norme UNI specifiche per la progettazione, realizzazione, manutenzione e conduzione degli impianti di raccolta e recupero acqua piovana. L’unica norma specifica che oggi esiste è la norma Tedesca DIN 1989-1-2-3-4. Si trovano poi norme o linee guida emanate da singole regioni, province e comuni ancora non presenti su tutto il territorio nazionale.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Scarica il programma Sito web

12/06/2018

Ore: 9.00

Ancona Seeport Hotel

Via Rupi di Via XXIX Settembre 60122 Ancona

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

08/06/2018

Ore: 14.00

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Padova

Fondazione Ordine Ingegneri Padova_Pizza Salvemini, 2_35131 Padova (PD)

Raccolta e riutilizzo delle acque piovane e trattamento acque meteoriche

L'acqua è il simbolo della vita, della purezza. L’abbondanza di sorgenti, corsi d’acqua, acquiferi e infrastrutture di distribuzione rende estremamente difficile la percezione di un bene in pericolo, il cui venir meno potrebbe non essere percepito.

Fra pochi anni questo problema potrebbe manifestarsi e il recupero, trattamento e riutilizzo dell’acqua piovana e delle acque reflue può essere un’ottima soluzione da applicare, sia per quanto riguarda la riduzione dei consumi di acqua potabile che per la riduzione dei volumi scaricati in fognatura, ultimamente causa di ingenti danni a cose e persone durante gli eventi meteorici di forte intensità. In Italia non sono ancora state emanate norme UNI specifiche per la progettazione, realizzazione, manutenzione e conduzione degli impianti di raccolta e recupero acqua piovana. L’unica norma specifica che oggi esiste è la norma Tedesca DIN 1989.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Scarica il programma

05/06/2018

Ore: 9.00

Firenze NH hotel

NH Hotel piazza Vittorio Veneto 4, Firenze

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma

04/06/2018

Ore: 9.00

Siena Hotel Garden

Hotel Garden, via Custoza , Siena

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

31/05/2018

Ore: 14.00

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Ascoli P

Hotel Villa Picena Via Salaria, 66_63030 Colli del Tronto (AP)

Posa e collaudo fognatura secondo norma UNI EN 1610

La presente norma europea è applicabile all'installazione e al collaudo delle connessioni di scarico e dei collettori di fognatura generalmente interrati nel sottosuolo e che solitamente funzionano a gravita.

Quando si realizza un opera fognaria, il buon esito dell’opera eseguita, si realizza con operazione di collaudo che garantisce la tenuta dei componenti della fognatura a gravità garantendo un sistema di scarico che non inquini il terreno e le eventuali falde acquifere.

Scarica il programma Sito web

29/05/2018

Ore: 9.00

Grande Hotel Salerno

Lungomare Clemente Tafur, 1 84127 Salerno

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

28/05/2018

Ore: 9.00

Novotel Caserta Sud

S.S. Sannitica Km 22+600 81020 Capodrise (Caserta)

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

28/05/2018

Ore: 14.00

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecco

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Lecco_Via Achille Grandi, 9_23900 Lecco LC

Posa e collaudo fognatura secondo norma UNI EN 1610

La presente norma europea è applicabile all'installazione e al collaudo delle connessioni di scarico e dei collettori di fognatura generalmente interrati nel sottosuolo e che solitamente funzionano a gravita.

Quando si realizza un opera fognaria, il buon esito dell’opera eseguita, si realizza con operazione di collaudo che garantisce la tenuta dei componenti della fognatura a gravità garantendo un sistema di scarico che non inquini il terreno e le eventuali falde acquifere.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

23/05/2018

Ore: 14.00

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Frosinon

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Frosinone _ Via Tommaso Landolfi, 167 _ 03100 Frosinone FR

Raccolta e riutilizzo delle acque piovane e trattamento acque meteoriche

L'acqua è il simbolo della vita e della purezza. L’abbondanza di sorgenti, corsi d’acqua, acquiferi e infrastrutture di distribuzione rende estremamente difficile la percezione di un bene in pericolo, il cui venir meno potrebbe non essere percepito. 

Fra pochi anni questo problema potrebbe manifestarsi e il recupero, trattamento e riutilizzo dell’acqua piovana e delle acque reflue può essere un’ottima soluzione da applicare, sia per quanto riguarda la riduzione dei consumi di acqua potabile che per la riduzione dei volumi scaricati in fognatura, ultimamente causa di ingenti danni a cose e persone durante gli eventi meteorici di forte intensità. 

In Italia non sono ancora state emanate norme UNI specifiche per la progettazione, realizzazione, manutenzione e conduzione degli impianti di raccolta e recupero acqua piovana. L’unica norma specifica che oggi esiste è la norma Tedesca DIN 1989-1-2-3-4. Si trovano poi norme o linee guida emanate da singole regioni, province e comuni ancora non presenti su tutto il territorio nazionale.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

18/05/2018

Ore:

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Sondrio

Confartigianato Imprese Sondrio _ Largo Dell'artigianato, 1 _ 23100 Sondrio SO

Raccolta e riutilizzo delle acque piovane e trattamento acque meteoriche

L'acqua è il simbolo della vita e della purezza.

L’abbondanza di sorgenti, corsi d’acqua, acquiferi e infrastrutture di distribuzione rende estremamente difficile la percezione di un bene in pericolo, il cui venir meno potrebbe non essere percepito.

Fra pochi anni questo problema potrebbe manifestarsi e il recupero, trattamento e riutilizzo dell’acqua piovana e delle acque reflue può essere un’ottima soluzione da applicare, sia per quanto riguarda la riduzione dei consumi di acqua potabile che per la riduzione dei volumi scaricati in fognatura, ultimamente causa di ingenti danni a cose e persone durante gli eventi meteorici di forte intensità. 

In Italia non sono ancora state emanate norme UNI specifiche per la progettazione, realizzazione, manutenzione e conduzione degli impianti di raccolta e recupero acqua piovana. L’unica norma specifica che oggi esiste è la norma Tedesca DIN 1989-1-2-3-4. Si trovano poi norme o linee guida emanate da singole regioni, province e comuni ancora non presenti su tutto il territorio nazionale.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Scarica il programma Sito web

15/05/2018

Ore: 9.00

Catanzaro

T Hotel SS280 Lamezia-Catanzaro, 88040 Loc. Garrube, Feroleto Antico, Catanzaro

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

14/05/2018

Ore: 9.00

Reggio Calabria

E' Hotel Via Giunchi, 6 Reggio Calabria

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

11/05/2018

Ore: 14.00

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Udine

Centro Servizi Formativi ENAIP FVG_Via Leonardo da Vinci, 27_33037 Pasian di Prato (UD)

Posa e collaudo fognatura secondo norma UNI EN 1610

La presente norma europea è applicabile all'installazione e al collaudo delle connessioni di scarico e dei collettori di fognatura generalmente interrati nel sottosuolo e che solitamente funzionano a gravita.

Quando si realizza un opera fognaria, il buon esito dell’opera eseguita, si realizza con operazione di collaudo che garantisce la tenuta dei componenti della fognatura a gravità garantendo un sistema di scarico che non inquini il terreno e le eventuali falde acquifere.

Sito web

10/05/2018

Ore: 8.30

Sala Riunioni della sede di Confindustria

C.so Dante, 51 - Cuneo

Progettazione evoluta degli impianti di scarico negli edifici

La normativa che stabilisce i requisiti acustici degli edifici e dei relativi impianti è oramai entrata prepotentemente nel nostro quotidiano.  Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico.  I metodi di progettazione, calcolo e verifica vengono analizzati con riferimento alle attuali tecnologie e prodotti già disponibili sul mercato oltre a quelli oggetto di ricerca e sperimentazione. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Il seminario è stato organizzato in collaborazione con Idroterm di Cuneo.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

09/05/2018

Ore:

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Venezia

Via Bruno Maderna, 7 ? Mestre (VE)

Posa e collaudo fognatura secondo norma UNI EN 1610

La presente norma europea è applicabile all'installazione e al collaudo delle connessioni di scarico e dei collettori di fognatura generalmente interrati nel sottosuolo e che solitamente funzionano a gravita.

Quando si realizza un opera fognaria, il buon esito dell’opera eseguita, si realizza con operazione di collaudo che garantisce la tenuta dei componenti della fognatura a gravità garantendo un sistema di scarico che non inquini il terreno e le eventuali falde acquifere.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Scarica il programma Sito web

08/05/2018

Ore: 9.00

Canadian Hotel L'Aquila

Strada Statale, 17 Loc. Casermette - L'Aquila

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

NUOVE TECNOLOGIE PER IL RISPARMIO IDRICO E IL MIGLIORAMENTO ACUSTICO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

07/05/2018

Ore: 9.00

Hotel Villa Michelangelo Pescara

Str. Lungofino, 2 65013 Citt? Sant?Angelo PE

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

NUOVE TECNOLOGIE PER IL RISPARMIO IDRICO E IL MIGLIORAMENTO ACUSTICO

Il comfort abitativo degli immobili, derivante dai sui componenti in opera e dei relativi impianti è oramai un argomento prepotentemente entrato nel nostro quotidiano. Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. Uno sguardo approfondito al quadro normativo chiarisce quali sono i limiti e le richieste odierne da rispettare e quelle future.

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

03/05/2018

Ore: 14.45

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Rimini

Spazio DuoMo - C.so Papa Giovanni XXIII, 6/A - Rimini

Posa e collaudo fognatura secondo norma UNI EN 1610

La presente norma europea è applicabile all'installazione e al collaudo delle connessioni di scarico e dei collettori di fognatura generalmente interrati nel sottosuolo e che solitamente funzionano a gravita.

Quando si realizza un opera fognaria, il buon esito dell’opera eseguita, si realizza con operazione di collaudo che garantisce la tenuta dei componenti della fognatura a gravità garantendo un sistema di scarico che non inquini il terreno e le eventuali falde acquifere.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

26/04/2018

Ore: 14.00

Ordine degli Ingegneri della regione autonoma Vall

BBC Valdostana - Piazza Arco d'Augusto, 10 ? Aosta (AO)

Depurazione primaria e secondaria

La comunità Europea ha emanato una legge che regola il trattamento degli scarichi di insediamenti residenziali e produttivi per scongiurare l’inquinamento del terreno e relative falde acquifere. Anche Italia ha recepito la legge applicandola in maniera diversa sul suo territorio secondo gli organi locali. Importante conoscere i parametri necessari ad una giusta progettazione.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Scarica il programma

12/04/2018

Ore: 14.00

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Treviso

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Treviso - Via Prato di Fiera, 23, 31100 Treviso TV

Raccolta e riutilizzo delle acque piovane e trattamento acque meteoriche

L'acqua è il simbolo della vita, della purezza. Ad essa sono state associate immagini, letteratura, simbolismi.  L’abbondanza di sorgenti, corsi d’acqua, acquiferi e infrastrutture di distribuzione rende estremamente difficile la percezione di un bene in pericolo, il cui venir meno potrebbe non essere percepito.

Fra pochi anni questo problema potrebbe manifestarsi e il recupero, trattamento e riutilizzo dell’acqua piovana e delle acque reflue può essere un’ottima soluzione da applicare, sia per quanto riguarda la riduzione dei consumi di acqua potabile che per la riduzione dei volumi scaricati in fognatura, ultimamente causa di ingenti danni a cose e persone durante gli eventi meteorici di forte intensità. In Italia non sono ancora state emanate norme UNI specifiche per la progettazione, realizzazione, manutenzione e conduzione degli impianti di raccolta e recupero acqua piovana. L’unica norma specifica che oggi esiste è la norma Tedesca DIN 1989-1-2-3-4. Si trovano poi norme o linee guida emanate da singole regioni, province e comuni ancora non presenti su tutto il territorio nazionale.

Scarica il programma

10/04/2018

Ore: 9.00

Grande Hotel Tiziano e dei congressi

Via Porta d'Europa, 73100 Lecce LE

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

NUOVE TECNOLOGIE PER IL RISPARMIO IDRICO E IL MIGLIORAMENTO ACUSTICO

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico

La normativa che stabilisce i requisiti acustici degli edifici e dei relativi impianti è oramai entrata prepotentemente nel nostro quotidiano.  Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma

09/04/2018

Ore: 9.00

Hotel Parco dei Principi

Viale Europa, 6, 70128 Bari BA

PROGETTARE IL COMFORT ABITATIVO

NUOVE TECNOLOGIE PER IL RISPARMIO IDRICO E IL MIGLIORAMENTO ACUSTICO

Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico

La normativa che stabilisce i requisiti acustici degli edifici e dei relativi impianti è oramai entrata prepotentemente nel nostro quotidiano.  Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

 

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

06/04/2018

Ore: 14.00

Perugia

Sede del Collegio dei Periti di Perugia, Via Campo di Marte, 32, 06124 Perugia PG

Progettazione evoluta degli impianti di scarico negli edifici

La normativa che stabilisce i requisiti acustici degli edifici e dei relativi impianti è oramai entrata prepotentemente nel nostro quotidiano.  Produttori, progettisti ed installatori devono costantemente confrontarsi con questa nuova realtà, specie per quanto riguarda la realizzazione degli impianti di scarico dove, troppo spesso, questa specifica problematica è sottovalutata o disattesa. L’incontro si pone l’obiettivo di approfondire queste tematiche di ordine tecnologico, di comfort ambientale ed economico.  I metodi di progettazione, calcolo e verifica vengono analizzati con riferimento alle attuali tecnologie e prodotti già disponibili sul mercato oltre a quelli oggetto di ricerca e sperimentazione. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Il seminario è stato organizzato dal Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della provincia di Perugia.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Sito web

05/04/2018

Ore: 14.00

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vercelli

CNOS FAP Vercelli ? C.so Randaccio, 18 ? 13100 Vercelli (VC)

Posa e collaudo fognatura secondo norma UNI EN 1610

La presente norma europea è applicabile all'installazione e al collaudo delle connessioni di scarico e dei collettori di fognatura generalmente interrati nel sottosuolo e che solitamente funzionano a gravita.

Quando si realizza un opera fognaria, il buon esito dell’opera eseguita, si realizza con operazione di collaudo che garantisce la tenuta dei componenti della fognatura a gravità garantendo un sistema di scarico che non inquini il terreno e le eventuali falde acquifere.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Scarica il programma Sito web

28/03/2018

Ore: 14.30

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Cagliari

CAESAR'S HOTEL - Via Darwin 2/4 - Cagliari

Posa e collaudo fognatura secondo norma UNI EN 1610

La presente norma europea è applicabile all'installazione e al collaudo delle connessioni di scarico e dei collettori di fognatura generalmente interrati nel sottosuolo e che solitamente funzionano a gravita.

Quando si realizza un opera fognaria, il buon esito dell’opera eseguita, si realizza con operazione di collaudo che garantisce la tenuta dei componenti della fognatura a gravità garantendo un sistema di scarico che non inquini il terreno e le eventuali falde acquifere.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Scarica il programma Sito web

27/03/2018

Ore: 14.30

Collegio dei Periti e dei Periti Laureati di Berga

Via Paglia Giorgio e Guido, 27, 24122 Bergamo BG

Impianti per il drenaggio delle acque meteoriche: sistemi convenzionali e sifonici

Per il settore impiantistico il progresso tecnologico ha reso disponibili nuove soluzioni che rappresentano strumenti efficaci nelle mani di costruttori, progettisti e installatori per conseguire i risultati richiesti dal moderno mercato immobiliare in termini di efficienza, prestazioni e qualità abitativa. Gli impianti pluviali di tipo sifonico sono una realtà ancora poco utilizzata in Italia ma sono la norma in tutti gli altri paesi sia in Europa che nel resto del mondo. In particolare i sistemi sifonici sono apprezzati per la loro efficienza e la loro sicurezza dove i fenomeni temporaleschi sono di rilevante intensità (anche di origine monsonica). I violenti nubifragi che hanno colpito diverse parti d’Italia negli ultimi anni, impongono anche nel nostro paese una rinnovata attenzione nei confronti degli impianti di drenaggio delle acque meteoriche. L’incontro si pone l’obbiettivo di approfondire le differenze, l’evoluzione e i vantaggi tra un sistema convenzionale e un sistema sifonico. Si vedranno in dettaglio i metodi di progettazione e di calcolo di questi innovativi sistemi oltre a visionare esempi di progetti già realizzati.

A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

 

Il Corso è organizzato dal Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Laureati della Provincia di Bergamo.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Scarica il programma Sito web

22/03/2018

Ore: 14.00

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Trieste

MIB Trieste School of Management - L.go Caduti di Nasiriya, 1 Trieste

Posa e collaudo fognatura secondo norma UNI EN 1610

La presente norma europea è applicabile all'installazione e al collaudo delle connessioni di scarico e dei collettori di fognatura generalmente interrati nel sottosuolo e che solitamente funzionano a gravita.

Quando si realizza un opera fognaria, il buon esito dell’opera eseguita, si realizza con operazione di collaudo che garantisce la tenuta dei componenti della fognatura a gravità garantendo un sistema di scarico che non inquini il terreno e le eventuali falde acquifere.

Scarica il programma Sito web

21/03/2018

Ore: 9.00

Hotel Genova Tower Airport

Via Pionieri e Aviatori d'Italia, 44 Genova

Progettare Smart

Ripensare l'Architettura, gli strumenti e le modalità in funzione dei nuovi spazi pubblici e privati.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

15/03/2018

Ore: 14.00

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Forl

CEDAIIER - Forlimpopoli, Via Maestri del Lavoro d?Italia 129

Posa e collaudo fognatura secondo norma UNI EN 1610

La presente norma europea è applicabile all'installazione e al collaudo delle connessioni di scarico e dei collettori di fognatura generalmente interrati nel sottosuolo e che solitamente funzionano a gravità.

Quando si realizza un opera fognaria, il buon esito dell’opera eseguita, si realizza con operazione di collaudo che garantisce la tenuta dei componenti della fognatura a gravità garantendo un sistema di scarico che non inquini il terreno e le eventuali falde acquifere.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

13/03/2018

Ore: 14.00

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Como

Via Volta, 62 - 22100 Como (CO)

Posa e collaudo fognatura secondo norma UNI EN 1610

La presente norma europea è applicabile all'installazione e al collaudo delle connessioni di scarico e dei collettori di fognatura generalmente interrati nel sottosuolo e che solitamente funzionano a gravita.

Quando si realizza un opera fognaria, il buon esito dell’opera eseguita, si realizza con operazione di collaudo che garantisce la tenuta dei componenti della fognatura a gravità garantendo un sistema di scarico che non inquini il terreno e le eventuali falde acquifere.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Scarica il programma Sito web

09/03/2018

Ore: 14.00

Ordine Ingegneri della provincia di Padova

Pizza Salvemini, 2 ? 35131 Padova (PD)

Posa e collaudo fognatura secondo norma UNI EN 1610

La presente norma europea è applicabile all'installazione e al collaudo delle connessioni di scarico e dei collettori di fognatura generalmente interrati nel sottosuolo e che solitamente funzionano a gravita.

Quando si realizza un opera fognaria, il buon esito dell’opera eseguita, si realizza con operazione di collaudo che garantisce la tenuta dei componenti della fognatura a gravità garantendo un sistema di scarico che non inquini il terreno e le eventuali falde acquifere.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Scarica il programma Sito web

21/02/2018

Ore: 14.30

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Firenze

AC Hotel Firenze - Via Luciano Bausi, 5 - 50144 Firenze

Posa e collaudo fognatura secondo norma UNI EN 1610

La presente norma europea è applicabile all'installazione e al collaudo delle connessioni di scarico e dei collettori di fognatura generalmente interrati nel sottosuolo e che solitamente funzionano a gravita.

Quando si realizza un opera fognaria, il buon esito dell’opera eseguita, si realizza con operazione di collaudo che garantisce la tenuta dei componenti della fognatura a gravità garantendo un sistema di scarico che non inquini il terreno e le eventuali falde acquifere.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Scarica il programma Sito web

21/02/2018

Ore: 9.00

Udine

Best Western Hotel L? di Moret via Tricesimo, 276 Udine

Progettare Smart

Ripensare l'architettura, gli strumenti e le modalità in funzione dei nuovi spazi pubblici e privati.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

13/02/2018

Ore: 9.30

Sede Periti Industriali di Verona

Via Monte Comun 27, San Giovanni Lupatoto Verona

GLI IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE SANIATRIA CON TUBAZIONI MULTISTRATO SECONDO UNI 9182:2014 E NORME DEL GRUPPO UNI EN 806.

Presentazione

 

La corretta progettazione e installazione degli impianti di distribuzione idrosanitaria sono fondamentali per garantire efficienza e sicurezza: sulla salubrità dell’acqua destinata al consumo umano non si può prescindere. La recente UNI 9182:2014 ha introdotto novità importanti relative agli impianti di ricircolo e completa con prescrizioni nazionali il quadro normativo di riferimento costituito dalle norme armonizzate del gruppo UNI EN 806. La norma si applica sia agli impianti di nuova costruzione che a modifiche o riparazioni di impianti esistenti e specifica i criteri tecnici e le modalità operative per il corretto dimensionamento e la messa in servizio degli stessi. Tra i diversi materiali oggi disponibili per la realizzazione di impianti idrosanitari, le tubazioni multistrato rivestono un’importanza fondamentale per rapidità di installazione e prestazioni.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di diffondere la conoscenza delle novità introdotte dalla UNI 9182:2014 e delle norme del gruppo UNI EN 806 e più in generale dell’utilizzo delle tubazioni multistrato per gli impianti idrosanitari. Verranno trattate sia la parte normativa che quelle di progettazione e installazione, oltre a un sintetico accenno al dimensionamento degli impianti di distribuzione aria compressa.A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

 

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web

08/02/2018

Ore: 14.00

Sede dell'Ordine degli Ingegneri della Provinc

Sala Convegni Ordine degli Ingegneri di Bergamo - Pass. Canonici Lateranensi, 1 - Bergamo

GLI IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE SANIATRIA CON TUBAZIONI MULTISTRATO SECONDO UNI 9182:2014 E NORME DEL GRUPPO UNI EN 806.

La corretta progettazione e installazione degli impianti di distribuzione idrosanitaria sono fondamentali per garantire efficienza e sicurezza: sulla salubrità dell’acqua destinata al consumo umano non si può prescindere. La recente UNI 9182:2014 ha introdotto novità importanti relative agli impianti di ricircolo e completa con prescrizioni nazionali il quadro normativo di riferimento costituito dalle norme armonizzate del gruppo UNI EN 806. La norma si applica sia agli impianti di nuova costruzione che a modifiche o riparazioni di impianti esistenti e specifica i criteri tecnici e le modalità operative per il corretto dimensionamento e la messa in servizio degli stessi. Tra i diversi materiali oggi disponibili per la realizzazione di impianti idrosanitari, le tubazioni multistrato rivestono un’importanza fondamentale per rapidità di installazione e prestazioni.

 

L’incontro si pone l’obiettivo di diffondere la conoscenza delle novità introdotte dalla UNI 9182:2014 e delle norme del gruppo UNI EN 806 e più in generale dell’utilizzo delle tubazioni multistrato per gli impianti idrosanitari. Verranno trattate sia la parte normativa che quelle di progettazione e installazione, oltre a un sintetico accenno al dimensionamento degli impianti di distribuzione aria compressa.A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

 

Il seminario è stato organizzato dall'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bergamo.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Sito web

26/01/2018

Ore: 14.00

Perugia

Sede del Collegio dei Periti di Perugia, Via Campo di Marte, 32, 06124 Perugia PG

Gli impianti di distribuzione sanitaria con tubazioni multistrato secondo UNI 9182:2014 e norme del gruppo UNI EN 806

La corretta progettazione e installazione degli impianti di distribuzione idrosanitaria sono fondamentali per garantire efficienza e sicurezza: sulla salubrità dell’acqua destinata al consumo umano non si può prescindere. La recente UNI 9182:2014 ha introdotto novità importanti relative agli impianti di ricircolo e completa con prescrizioni nazionali il quadro normativo di riferimento costituito dalle norme armonizzate del gruppo UNI EN 806. La norma si applica sia agli impianti di nuova costruzione che a modifiche o riparazioni di impianti esistenti e specifica i criteri tecnici e le modalità operative per il corretto dimensionamento e la messa in servizio degli stessi. Tra i diversi materiali oggi disponibili per la realizzazione di impianti idrosanitari, le tubazioni multistrato rivestono un’importanza fondamentale per rapidità di installazione e prestazioni.

L’incontro si pone l’obiettivo di diffondere la conoscenza delle novità introdotte dalla UNI 9182:2014 e delle norme del gruppo UNI EN 806 e più in generale dell’utilizzo delle tubazioni multistrato per gli impianti idrosanitari. Verranno trattate sia la parte normativa che quelle di progettazione e installazione, oltre a un sintetico accenno al dimensionamento degli impianti di distribuzione aria compressa. A conclusione dell’incontro viene anche affrontato l’approccio alla filosofia di progettazione BIM, un tema estremamente attuale che rappresenta il futuro per tutti i professionisti del settore.

Il seminario è stato organizzato dal Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della provincia di Perugia.

 

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Sito web

26/01/2018

Ore: 14.00

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Modena

HOTEL REAL FINI BAIA DEL RE - Strada Vignolese, 1684 Modena (MO)

Posa e collaudo fognatura secondo norma UNI EN 1610

La presente norma europea è applicabile all'installazione e al collaudo delle connessioni di scarico e dei collettori di fognatura generalmente interrati nel sottosuolo e che solitamente funzionano a gravita.

Quando si realizza un opera fognaria, il buon esito dell’opera eseguita, si realizza con operazione di collaudo che garantisce la tenuta dei componenti della fognatura a gravità garantendo un sistema di scarico che non inquini il terreno e le eventuali falde acquifere.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Scarica il programma Sito web

25/01/2018

Ore: 9.00

Sede Valsir

Loc. Merlaro 2, Vestone 25078 (Bs)

EDIFICIO-IMPIANTO

Nuove metodologie di progettazione architettonica.

In collaborazione con Ideal Standard.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 6

Scarica il programma Sito web

19/01/2018

Ore:

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Pesaro U

HOTEL SAVOY - Viale della Repubblica, 22 - 61121 PESARO

Depurazione primaria e secondaria

La comunità Europea ha emanato una legge che regola il trattamento degli scarichi di insediamenti residenziali e produttivi per scongiurare l’inquinamento del terreno e relative falde acquifere. A seguito di tale Direttiva è stato emanato il D.Lgs.152/99 che è stato poi unito al Testo Unico Ambientale entrato in vigore il 29 aprile 2006 con il nome di decreto legislativo 3 aprile 2006 n.152 “Norme in materia ambientale”. Anche Italia ha recepito la legge applicandola in maniera diversa sul suo territorio secondo gli organi locali. Importante conoscere i parametri necessari ad una giusta progettazione.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 3

Scarica il programma Sito web

16/01/2018

Ore:

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Massa Ca

Camera di Commercio Massa Carrara - Via VII Luglio, 14 - 54033 Carrara

Depurazione primaria e secondaria

La comunità Europea ha emanato una legge che regola il trattamento degli scarichi di insediamenti residenziali e produttivi per scongiurare l’inquinamento del terreno e relative falde acquifere. A seguito di tale Direttiva è stato emanato il D.Lgs.152/99 che è stato poi unito al Testo Unico Ambientale entrato in vigore il 29 aprile 2006 con il nome di decreto legislativo 3 aprile 2006 n.152 “Norme in materia ambientale”. Anche Italia ha recepito la legge applicandola in maniera diversa sul suo territorio secondo gli organi locali. Importante conoscere i parametri necessari ad una giusta progettazione.

Crediti formativi per la partecipazione all'evento: 4

Scarica il programma Sito web